Formazione utilizzo attrezzature di lavoro
Formazione
Formazione addetti squadra antincendio
Certificazioni
Analisi
News | 21/04/2023

Regolamento REACH: Nuova restrizione sull'uso dei diisocianati

Pubblicata la restrizione n. 74 del Regolamento REACH

 Nuova restrizione sull’uso dei diisocianati

Pubblicata la restrizione n. 74 relativa all’uso dei diisocianati che modifica l’Allegato XVII del Regolamento REACH.

 

Che cosa sono i diisocianati

I diisocianati sono composti utilizzati come componenti chimici di base in un’ampia gamma di settori e applicazioni.

Sicuramente di grande interesse è il loro utilizzo come reagenti, insieme ai polioli, per la sintesi delle resine poliuretaniche e del poliuretano in genere.

Alcuni esempi: oggetti plastici (rigidi ed elastici) di vario tipo, materiali isolanti (si pensi alle comunissime schiume poliuretaniche o ai pannelli sandwich con interposto poliuretano), guarnizioni, sigillanti e rivestimenti.

Questa famiglia di composti è oggetto di una classificazione armonizzata come sensibilizzanti delle vie respiratorie di categoria 1 e come sensibilizzanti della pelle di categoria 1.

Che cosa cambia

La nuova voce dell’allegato XVII del REACH (Regolamento (UE) 1907/2006) introduce tre principali provvedimenti:

Dal 24 febbraio 2022, non è più possibile immettere sul mercato diisocianati in quanto tali o come costituenti di altre sostanze o miscele per usi industriali e professionali, a meno che:

  1. La concentrazione di diisocianati all’interno del prodotto sia inferiore allo 0,1% in peso, o
  2. Il fornitore garantisca che il destinatario delle sostanze o delle miscele disponga di informazioni sui requisiti di formazione e che sull’imballaggio figuri la seguente dicitura, visibilmente separata dalle altre informazioni riportate sull’etichetta:

«A partire dal 24 agosto 2023 l’uso industriale o professionale è consentito solo dopo aver ricevuto una formazione adeguata».

Dal 24 agosto 2023, non sarà più possibile utilizzare i diisocianati, in quanto tali o come costituenti di altre sostanze o miscele, a meno che:

  1. La concentrazione di diisocianati all’interno del prodotto sia inferiore allo 0,1% in peso, o
  2. Il datore di lavoro o il lavoratore autonomo garantisca che gli utilizzatori industriali o professionali (lavoratori o lavoratori autonomi che manipolano diisocianati o composti e miscele che li contengono per usi industriali e professionali o che sono incaricati della supervisione di tali compiti) abbiano completato con esito positivo una formazione sull’uso sicuro dei diisocianati prima di utilizzare le sostanze o le miscele.

Chi sono gli utilizzatori industriali o professionali

Come specificato dal regolamento, per «utilizzatori industriali e professionali» si intendono i lavoratori e i lavoratori autonomi che manipolano diisocianati in quanto tali, come costituenti di altre sostanze o in miscele per usi industriali e professionali o sono incaricati della supervisione di tali compiti.

Ma quale formazione

La formazione, che deve essere garantita dal datore di lavoro, deve comprendere istruzioni per il controllo dell’esposizione ai diisocianati per via cutanea e per inalazione sul luogo di lavoro.

È prevista la possibilità di erogare il corso in modalità on-line: 

  • Collegandosi al sito https://www.safeusediisocyanates.eu/ ALIPA E ISOPA (due dei maggiori produttori di diisocianati) mettono a disposizione un corso on-line ad un costo irrisorio per la qualificazione all’utilizzo dei prodotti contenenti isocianati.

 

OPPURE

 

  • Contattare il produttore/fornitore del prodotto utilizzato in azienda

 

Come procedere entro il prossimo 24 agosto 2023

  • VERIFICARE I PRODOTTI CHIMICI IN USO COMPRESI SIGILLANTI / COLLE / VERNICI ANCHE IN BOMBOLETTE SPRAY AL FINE DELLA IDENTIFICAZIONE DI DIISOCIANATI (etichetta, scheda di sicurezza)
  • SE PRESENTE DIISOCIANATO VERIFICARE LA POSSIBILITÁ DI SOSTITUZIONE DEL PRODOTTO;

DOVE NON É POSSIBILE LA SOSTITUZIONE DEL PRODOTTO E’ NECESSARIO EROGARE ALL’UTILIZZATORE SPECIFICO CORSO DI FORMAZIONE

News

Patente a punti

Modifiche del 30/04/2024

News

PREVENZIONE DEL RISCHIO CANCEROGENO PROFESSIONALE

monitoraggio esposizione ai gas di scarico dei motori diesel

News

PATENTE A PUNTI

Pubblicato il DL 2 marzo 2024, n. 19 (decreto PNRR 4)

News

MUD 2024

Presentato il nuovo modello: Scadenza 30/06/2024

IL RISCHIO ELETTRICO

Controlli periodici nelle aziende

News

Decreto direttoriale n. 97 del 22 settembre 2023

Scadenze di iscrizione RENTRI Registro Elettronico Nazionale per la Tracciabilità dei Rifiuti

News

PRESENTAZIONE OT23

Pubblicata la modulistica aggiornata